Senza categoria

Stressed out

Buongiorno 1, 2…3 (!) lettori… in questo periodo sto seriamente valutando che strada far prendere a questo spazio, che strada vorrei prendere? In questi mesi ho pensato quasi quotidianamente a cosa scrivere, come scrivere, che foto mettere, come farne delle nuove ma niente… sindrome da foglio bianco più un sacco di attività lavorativa e micro delusioni personali che mi hanno annientata nello spirito (ebbene sì, come molti di voi anch’io lavoro e diciamo che l’attività di blogging a tempo perso non è stata proprio una delle mie pensate migliori). Inizialmente volevo parlarvi della relazione artisti-talento-suicidio ma andava a finire che mi sarei metaforicamente suicidata io. Poi un post tutto gattoso puccioso su degli acquisti fatti ad aprile (!). Poi no dai facciamo un post su macrame e pizzo…. insomma di sto passo sai che pizza!

Nel frattempo è passato un anno dalla registrazione del dominio

e non ho minimamente raggiunto gli obiettivi di pubblico che mi ero prefissata…

e chi lo avrebbe detto che mettere nero su bianco il proprio pensiero potesse essere così laborioso? Quasi quasi il pensiero comune è che chi sta dietro a una tastiera sia uno spiantato a cui i soldi piovano dal cielo solo per aver fatto un video scemo, vero? ebbene no, anche dietro al contenuto più banale ci vuole programmazione, costanza, dedizione, tempo… tanto tempo!

E con questo mi ricollego ad uno dei temi che volevo trattare ma che non sono mai riuscita a sviluppare: il connubio musica e cultura. La musica non può e non deve essere frutto della deficienza, far musica non è nemmeno tanto più un talento far musica per me è intelligenza e soprattutto cultura non può scaturire nulla di nulla dall’ignoranza.

Se dedichi tempo alla tua passione, se ascolti, se leggi, ma soprattutto se sai ascoltare generi cultura e quella non te la toglierà mai nessuno. Bisogna condividere essere partecipi di ogni aspetto della propria vita. Spesso ascolto musica per svago senza sapere cosa ascolto, perché l’ho scelto, talvolta musica trash solo per il fatto di avere un sottofondo, un accompagnamento.

Qualche giorno fa ho dimenticato di stoppare la riproduzione automatica su YouTube e, chiaramente, in base a tutto quello che sa di te il Sig. Internet mi propone questa canzone

https://youtu.be/pXRviuL6vMY

Credo di non averla mai cercata, che fosse una di quelle indicizzazioni per “affinità” con quello che ti piace in modo che la casa discografica di riferimento possa acquisire pubblico, per carità niente di male 🙌🏻, ma vi dirò, carissimi, era proprio il momento giusto! Dopo l’iniziale WTF ma è una canzone di tre anni fa, ma perché?? La davo ormai per spacciata, cancellata stile impronta sulla sabbia, passata la stagione sparita la hit, l’ho ascoltata seriamente e… cazzarola… tanta roba!

I was told when I get older all my fears would shrink but now I’m insecure and I care what people think

Almeno, io sono così! Io tengo a quello che le persone pensano sia nel senso che rispetto l’opinione altrui sia che sono un’insicura cronica ed è per questo che ho deciso di collegare la pagina Facebook ad un gruppo e di chiamarlo come questa canzone – Stressed out – ovviamente in pieno stile AMy’s view! Poteva mancare un riferimento musicale?

Scriveremo e ci confronteremo su prodotti, idee, consigli per gli acquisti, recensioni, proposte e cosa volete vedere nel blog… partiamo e vediamo dove ci porta 😉

Eccitati? passate a trovarci!

sicuro… come un gatto in tangenziale…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *